“Ci rivolgiamo alla società civile che vota centrodestra”. Armao al Corriere della Sera


Ci rivolgiamo alla società civile che vota centrodestra“.

Così Gaetano Armao, leader del Movimento dei SicilianIndignati, su un articolo pubblicato oggi sul Corriere della Sera.

I suoi indignados in salsa sicula – scrive il giornalista Giuseppe Alberto Falcisi ispirano al movimento spagnolo Ciudadanos: «Ci rivolgiamo alla società civile che vota centrodestra». Preferisce, però non svelare le carte: i nomi dei «prescelti» per le liste regionali «li scoprirete nei prossimi giorni»”.

Nel frattempo – prosegue l’articolo – continua a tessere il suo rapporto con il leader di FI. Il quale, giudicato positivamente questo «elegante e colto» professore palermitano, avrebbe detto ai suoi: «È lui l’uomo giusto»“.

Al presidente – ha detto Armao al CorSera – ho illustrato un dato interessante. Alle regionali del 2012, ove si annuncia la mirabolante rivoluzione da Crocetta accompagnata dalla presenza del M5S, si è recato alle urne il 46% dei siciliani. Al referendum costituzionale del 4 dicembre l’affluenza è stata del 56%. Ciò significa che quando si è prospettata l’opportunità di inviare un segnale univoco, i siciliani si sono mobilitati. Ecco puntiamo a quel 10% in più di affluenza“.

Un parallelo che “avrebbe fatto colpo sull’ex premier, il quale avrebbe reagito così: «La chiave di tutto è il 4 dicembre»“.

Infine, alla domanda circa l’opposizione della fronda degli ex AN all’interno di FI, Armao ha risposto così: «Non mi occupo di trattative».

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *