Presentato ad Agrigento “Redimibile Sicilia” del prof. Gaetano Armao (da GrandangoloAgrigento)


Presentato ad Agrigento “Redimibile Sicilia” del prof. Gaetano Armao (da GrandangoloAgrigento)

Davanti ad un numeroso pubblico attento e partecipativo è stato presentato ieri ad Agrigento all’Hotel della Valle il libro del prof. Gaetano Armao, “Redimibile Sicilia. L’autonomia dissipata e le opportunità dell’insularità”, Rubbettino Editore, 2017.
Alla presentazione sono intervenuti Lilly Di Nolfo, Alfonso Bugea, del Giornale di Sicilia e Stelio Zaccaria de la Sicilia.

Il libro, con analisi e proposte, intende favorire il confronto sulle prospettive dell’autonomia siciliana nel vuoto che connota il dibattito sul futuro della Sicilia (ad oggi esclusivamente concentrato su posizioni personali) nonostante una crisi economico-sociale senza precedenti ed il degrado istituzionale e politico che attanaglia la Sicilia.
Si ripercorre l’esperienza dell’autonomia differenziata siciliana, piombata in una crisi paralizzante, accentuata dalle misure di rigore economico connesse alle esigenze di risanamento di matrice europea ed alla grave riduzione degli investimenti. Situazione che impone di rileggere la specialità, le opportunità, non sempre colte, e le patologie di questa esperienza istituzionale, ma anche del permanere di molte ragioni che ancora giustificano un regime differenziato dell’essere Regione in Italia ed in Europa e che consentono di utilizzare strumenti come la fiscalità di sviluppo per l’attrazione di investimenti.
La revisione degli Statuti speciali prevista dalla controversa revisione costituzionale avrebbe potuto costituire l’occasione per determinarne una profonda rivisitazione. Per la Sicilia, dopo il chiaro esito referendario del 2016, resta l’esigenza di una revisione che consenta di introdurre elementi di innovazione e di rivedere istituti ormai “ibernati” dalla Corte costituzionale (l’Alta Corte, il Commissario dello Stato), per garantire il rilancio e la crescita economica nella prospettiva europea dell’insularitá.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *